Message in a bottle

Message in a bottle

30/07/07

Cura spirituale

Rimedio contro l'apatia spirituale estiva:

Rivolgersi a Colei che è Madre di tutti mediante un Rosario quotidiano recitato possibilmente a digiuno.

22/07/07

Spezza il rancore!

Un noto signore con potere di decisione,
sgridò il suo direttore
perché in quel momento era arrabbiato.
Il suo direttore, arrivato a casa,
sgridò la moglie
perché aveva speso troppo.
La moglie, a sua volta,
sgridò la domestica
perché aveva rotto un piatto.
La domestica
diede un calcio al cagnolino
nel quale era inciampata.
Il cagnolino scappò in fretta
e morse una signora che passava per la strada
perché aveva intralciato l'uscita del portone.
Questa signora andò in farmacia
per prendere un vaccino e curare la ferita,
ma sgridò il farmacista
perché la puntura del vaccino le fece male.
Il farmacista, arrivato a casa,
sgridò sua mamma
perché non gradì la cena.
Sua mamma, anziana,
gli accarezzò i capelli
e baciandogli la fronte, disse:
"hai lavorato molto,
e a quest'ora sei già stanco;
domani ti sentirai meglio".
In quel momento il circolo della rabbia si spezzò,
perché incontrò la tolleranza, il perdono, la pace e l'amore.
Se sei entrato o stai per entrare nel circolo di rabbia,
ricordati che con la tolleranza,
il perdono, la pace e l'amore, possiamo spezzarlo!
Pensa a questo ogni qualvolta che sarai triste
e scontento con qualcuno.
Il mondo può essere migliore...
facciamo la nostra parte!
"la parola blanda allontana il furore..."

Se Dio rimane alla superficie

Un grande maestro indiano di vita spirituale ha scritto: “Sono seduto sulla riva di un ruscello e osservo un sasso rotondo immerso nell acqua. Da quanti anni il sasso è bagnato dall’acqua? Forse da dieci, forse da cento? Ma l’acqua non è riuscita a penetrare nel sasso. Se spacco quella pietra, dentro è asciutta. Così è di noi che viviamo immersi in Dio e non ce ne lasciamo penetrare: Dio rimane alla superficie della nostra vita, non ci trasforma perché non siamo disposti a lasciarci penetrare e trasformare dall’amore di Dio. Siamo come un sasso nel ruscello che nel suo interno rimane asciutto”. -

17/07/07

Il tuono

Una bellissima poesia di Giovanni Pascoli, tratta da Myricae, che non credo abbia bisogno di commenti:

E nella notte nera come il nulla,
a un tratto, col fragor d'arduo dirupo
che frana, il tuono rimbombò di schianto:
rimbombò, rimbalzò, rotolò cupo,
e tacque, e poi rimareggiò rinfranto,
e poi vanì. Soave allora un canto
s'udì di madre, e il moto di una culla.

06/07/07

Oggi è S.Maria Goretti

Una piccola, umile fanciulla che ci ha insegnato come si vive il Vangelo...

04/07/07

Dio al centro del cuore

Una riflessione odierna.

Chiudi gli occhi un istante e pensa a tutte le persone a cui vuoi più bene, in particolare a quelle che sono la tua gioia e ti dilatano il cuore fino alle lacrime.
Beh..., pensa poi che queste persone non ti appartengono ma sono un dono di Dio per te e che quindi Lui se le può riprendere in qualsiasi momento. Ma al di là di questo, pensa che Dio deve stare al centro del tuo cuore più delle persone a cui vuoi più bene.
Cristo Gesù, questo nome deve essere per te una tensione continua verso di Lui, verso l'amore.
Ma ciò deve prendere le tue energie più di qualsiasi persona cara....